Inverter
HomeL'aziendaServiziOfferteDove siamoContattiLink

 

 

Inverter

 

Gli inverter:

Una soluzione per ridurre i consumi e ottimizzare il funzionamento dell’impianto a pressione costante è data dagli inverter, ossia dai convertitori statici di frequenza che pilotano il numero di giri delle elettropompe monofase o asincrone trifase utilizzando la comune linea monofase riducendone in modo significativo l’assorbimento energetico.

Nelle pompe la relazione tra potenza assorbita e velocità di rotazione della girante è di tipo cubico, pertanto una piccola diminuzione della velocità di rotazione comporta una significativa diminuzione della potenza assorbita. Pertanto, controllando opportunamente le pompe si può ottenere, nell’arco della giornata, un risparmio energetico considerevole rispetto a un analogo impianto le cui pompe funzionino sempre a giri fissi.  

Il risparmio energetico a differenti velocità di rotazione:

velocità di rotazione  (%) 100 90 80 70 60 50

potenza assorbita      (%) 100 70 50 37 26 20

risparmio energetico (%)      0 30 50 63 74 80

I regolatori di velocità a frequenza variabile, ossia gli inverter, consentono interessanti risparmi energetici nell’applicazione in gruppi pompa di sollevamento a pressione costante nelle autoclavi. Quando in un edificio residenziale la rete idrica pubblica non è in grado di fornire la prevalenza e la portata necessarie a servire le utenze sfavorite, oppure quando lo stesso non è raggiunto dalla rete pubblica, è necessario installare un’autoclave. Il dimensionamento del gruppo di pressurizzazione viene effettuato, in considerazione dell’utenza più critica, in funzione della pressione (usualmente compresa tra 1,5 e 4,5 bar) da fornire e della portata d’acqua valutata, quest’ultima, in base alla tipologia e al numero delle utenze da servire. Il valore massimo di consumo d’acqua di un edificio residenziale costituito da più unità abitative o commerciali è dato dalla somma dei servizi presenti in ciascuna unità immobiliare servita. Tuttavia è possibile effettuare una stima del valore reale del consumo istantaneo introducendo un fattore di contemporaneità, variabile in funzione del numero totale delle unità immobiliari, in quanto è molto improbabile che vi sia una richiesta di erogazione simultanea di acqua da parte di tutti i servizi di tutte le utenze.

 La funzionalità degli inverter

Grazie alle nuove tecnologie elettroniche, i variatori di velocità offrono prestazioni di assoluta regolarità di funzionamento anche a basse velocità di rotazione della pompa. Inoltre, l’installazione di inverter consente di ridurre in modo notevole il volume del vaso di espansione (attorno a una decina di litri) in quanto la funzione di compensazione della pressione è eseguita riducendo la spinta meccanica della pompa e quindi la potenza richiesta. Infatti, mentre le pompe a giri fissi funzionano sempre al massimo numero di giri indipendentemente dalla richiesta di acqua assorbendo, così, la massima potenza anche in condizioni di minima erogazione, ossia a basse portate, l’inverter, pilotando il funzionamento della pompa a velocità minori, consente di avere un minore assorbimento di corrente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[1][2][3]

Copyright(c) 2002-2003 Nome società. Tutti i diritti riservati.